TERZA. Sinfonia Paderno: clamorosa risalita? Il Casale non sbaglia

Gialloverdi sempre in testa dopo il 3-0 al San Luigi Pizzighettone, in attesa della gara verità a Vaiano. Sergnanese sempre più in crisi. Imprevisto ko Ripaltese, più in forma che mai l’Agnadello

Di Redazione | Domenica, 11 Febbraio 2018 10:51

A cura di Massimo Silvani


Se sei la squadra del paese di un famoso compositore e ti trovi a pochi passi dalla città del violino e del suo più famoso liutaio italiano, la musica non può rivestire un ruolo marginale nella tua identità. La sinfonia è deliziosa in questo 2018. Due punti persi solo contro la capolista, poi un tris di vittorie importantissimo. Le han suonate a Oratorio Castelleone e San Luigi i ragazzi di Paderno,  8 reti in due partite, ma le note più belle son riecheggiate la scorsa domenica contro il Salvirola. La doppietta di Melgari regala una vittoria pesantissima. Erano tra le favorite ad Agosto, qualcosa è andato storto ma ora fila tutto dritto. Prestazioni, gol, compattezza e risultato. Difficile trovare qualcosa di simile al di sotto del Casale.

Si arranca in zona playoff ed il Paderno lontano ancora 7 lunghezze, ha il passo per diventare la settima nota nel pentagramma promozione.

L’Excelsior vince ma solo di misura a Madignano. L’acuto di Fasoli, centrocampista ormai sempre sul tabellino marcatori, decide una sfida che potrebbe essere più agevole ma che i vaianesi si complicano più del previsto. Parecchie reti sbagliate dai gialloblu con un Colucci che resta teso fino al termine ed esce sicuramente allegro ma non troppo, vista l’espulsione comminata al leader Andrea Raimondi per reazione ad un brutto fallo. Forse troppo inflessibile il direttore di gara per la palla lanciata addosso all’avversario, ma la platealità del gesto ha spinto l’arbitro per il rosso. Assenza importante in vista del big match col Casale.

L’Agnadello conferma il buon momento con una vittoria dal valore inestimabile contro una Sergnanese che ora può dirsi in crisi certificata. Il cambio alla guida tecnica non sta dando i frutti in termini di risultati. Dopo il pareggio con la Ripaltese, ecco la sconfitta in un altro scontro diretto, che si sa, in questi casi significa sei punti in meno. L’autorete di Donati ed il sigillo del velocissimo Marelli fanno sognare il team di Sacchi. All’andata interruppero uno strepitoso inizio delle mucche pazze , sbloccando un avvio incerto, ora sono loro a sembrare inarrestabili. Il Terzo posto è meritatissimo e domenica potrebbero essere i primi a beneficiare del fuoco incrociato tra Casale ed Excelsior.

Più che suono è un sordo rumore la caduta della Ripaltese nella conca di San Bernardino, un contestato rigore di Serina ed il timbro di Spoldi addormentano i rossoverdi. Approcciano male i ragazzi di Zucchetti che non riescono ad invertire la rotta per tutto il match, Valdameri segna solo nel finale ma è troppo tardi. Onore agli uomini di Gruppi, vero maestro di calcio, il suo è un capolavoro artistico. Gli strumenti nelle sue mani sono forse un po’ vintage ma che bella musica stanno ancora suonando. Sarebbe bello vederlo dirigere una squadra dalle alte tonalità.

Nella terra di mezzo della metà classifica non si registrano particolari scossoni, L’Acquanegra batte l’Oratorio Castelleone con il ritorno al gol di Edoardo Zorza che decide la gara dopo le reti di Bergamaschi e Carubelli. Pari e patta tra San Carlo e Trescore, gli archi Vigani ed Essis in rete per i locali, i percussionisti  Pandini e Barca pareggiano per gli ospiti per un punto che a questo punto della stagione fa quantomeno morale.

Pari anche tra Gilbertina e Iuvenes. Le sorprese di inizio stagione hanno proseguito adagio il loro campionato. Buone prestazioni non sempre accompagnate dal risultato. Tutte nel finale le emozioni con Rancati Bornaghi che sigla il vantaggio per i ragazzi di Caperganica ma Marengoni poco dopo ristabilisce la parità.

Un campionato che corre veloce come un frizzante motivetto ricco di imprevedibili cambi di ritmo.

Beh, ci sarebbe da raccontare anche della vittoria della capolista Casale . Secco tre a zero al San Luigi Pizzighettone con doppia di Cassani e gol di Ogliari.  Ma questa è sempre la stessa MUSICA.

 

Tiramisù