CORSO UEFA B. La carica dei mister: da Crema con furore!

Con grande soddisfazione dei partecipanti e dell’AIAC Crema, si è concluso il Corso Allenatore di Base - Uefa B, che ha formato 43 tecnici del territorio in un’esperienza molto positiva

Di Redazione | Venerdì, 29 Giugno 2018 07:27

La carica dei mister arriva a Crema e in tutto il Cremasco!

Con il mese di giugno, si è concluso anche il Corso Allenatore di Base - Uefa B organizzato dalla neonata AIAC Crema: in attesa di conoscere i risultati definitivi delle prove d’esame, c’è grandissima soddisfazione tra tutti i partecipanti e gli organizzatori.

Il Corso Uefa B svolto a Crema ha rappresentato un’importantissima opportunità di formazione per i 44 aspiranti tecnici ammessi, selezionati sulla base dei punteggi determinati dal bando federale, seguito dalla prova pratica.

L’impegno è stato notevole, richiedendo sacrifici non solo a livello di impegno, ma anche a livello lavorativo e familiare: dal 26 Aprile al 23 Giugno, otto settimane consecutive di lezioni in orario serale, dal lunedì al venerdì dalle 18.00 alle 22.30 e il sabato mattina dalle 9.00 alle 13.00, con sole 16 ore totali possibili di assenza (4 giorni in due mesi).

I contenuti delle lezioni hanno saputo appassionare oltre lo sforzo richiesto e i corsisti hanno tutti ottenuto l’ammissione agli esami: l’unico partecipante che ha salutato prima delle prove finali è stato Matteo Contini, perché ammesso al Corso Uefa A e B integrati a Coverciano, dove ha avuto compagni d’eccezione come Andrea Pirlo, Gabriel Omar Batistuta, Alberto Gilardino, Paolo Montero, Paolo Cannavaro, Thiago Motta, Josè Antonio Chamot, Francelino Da Silva Matuzalem e Daniele Bonera.

In quel di Crema, comunque, il livello tecnico dei corsisti è stato decisamente elevato: durante le lezioni pratiche sul campo, la presenza di tanti professionisti ed ex professionisti ha consentito di vedere applicazione diretta di ogni esercitazione e proposta.

Il gruppo dei partecipanti è stato conquistato dalle lezioni dei docenti principali, in primis Adriano Cadregari, che ha fornito importanti nozioni didattiche di Tecnica e Tattica Calcistica, ma che soprattutto ha saputo accendere la passione per la ricerca e la formazione continua in tutti i corsisti. Le ore con il professor Luciano Torri, docente di Metodologia dell’Allenamento, hanno invece catalizzato l’attenzione per la capacità di contestualizzare in esperienze concrete insegnamenti di alto livello.

Il Corso Uefa B di Crema ha avuto altresì l’onore di ospitare Milena Bertolini, tecnico della Nazionale Italiana di Calcio e docente di Calcio Femminile, Massimo Citto Cacciatori, allenatore dei portieri per il Settore Tecnico FIGC e docente di Tecnica del Portiere, e Giuseppe Baretti, presidente del Comitato Regionale Lombardia LND e docente di Carte Federali.
Un’altra docenza di spessore è stata quella di Flavio Nascimbene, che nel corso di Psicopedagogia ha illustrato le tematiche legate alla gestione dello stress, della motivazione e del rapporto con atleti giovani e adulti.
Interessanti spunti sono inoltre stati offerti da Simone Zanella, docente di calcio a cinque, che ha mostrato alcuni significativi punti di contatto tra le due discipline; Luigi Tosi, presidente AIAC Lombardia ha presentato l’associazione, mentre Maurizio Pozzoli ha approfondito il Regolamento.

“Si è trattato di un corso di altissimo livello, senza dubbio”, ha detto Gianpaolo Sperolini, presidente dell’AIAC Crema, “La presenza di Adriano Cadregari è un valore aggiunto assoluto, così come quella di Torri, ma non solo. Abbiamo avuto la fortuna di accogliere personalità illustri del mondo del calcio italiano come Bertolini e Cacciatori, ma anche professionisti esemplari come Nascimbene, supportati anche da Tosi e dall’AIAC: è stata una grande esperienza”.

Ora si apre un’estate, se possibile, ancora più impegnativa per i mister cremaschi: molti di loro hanno confermato il proprio ruolo da tecnici, mentre anche i nuovi allenatori hanno trovato panchine da cui applicare gli insegnamenti del corso.

Quel che rimarrà nel bagaglio dei ragazzi è un’esperienza formativa, ma anche dal grande valore umano: il gruppo che si è creato tra i banchi di scuola, integrando benissimo anche i corsisti arrivati da Mantova e Cremona, rappresenta un valore aggiunto e non è escluso che possa proseguire con altre esperienze di crescita e condivisione.

Forte dei consensi ricevuti per il Corso Uefa B e dell’innumerevole quantità di domande di partecipazione ricevute da un territorio assolutamente recettivo, AIAC Crema guarda nel frattempo già al futuro e alle prossime iniziative: presto potrebbero esserci altre importanti novità per i mister del Cremasco!

 

CORSO UEFA B

Alberto Sangiovanni, Alessandro Novellini, Alessio Gambirasio, Alessio Manzoni, Alice Casorati, Andrea Laterza, Angelo Donetti, Christian Oneda, Davide Rossi, Diego Daldosso, Diego Pedrocca, Diego Piacentini, Domenico Martuscelli, Enkli Veli, Elena Calderola, Ettore Gaffuri, Fabio Camerini, Fabio Faciocchi, Federico Cantoni, Francesco Cantoni, Gabriele Zucchi, Giuseppe Gemiti, Irvin Barbieri, Ivan Fusar Bassini, Ivo Sacchi, Luca Maraccani, Luigi Copini, Marco Bettinelli, Marco Dati, Manu Gheorghe, Martina Imbriaco, Massimo Bombelli, Massimo Milazzo, Matteo Fornaroli, Matteo Morini, Matteo Rosignoli, Mattia Marchesetti, Michele Botturi, Michele Patrini, Michele Piccolo, Roberto Avanza, Stefano Mariniello, Valter De Giuseppe.

 

 

 

Tiramisù